Alla Mercè del Palazzo

È solito - come Dio vuole - che in una qualsiasi competizione (sportiva, scolastica, lavorativa, etc), a vincere o a spuntarla sia il/la più forte. Ma ciò non sempre accade. È ormai sotto gli occhi di tutti che la squadra con il miglior gioco in Italia - ma io da tifosotto occasionale aggiungerei in Europa e perché no anche nel mondo - sia il nostro amato Napoli.

Velocità, precisione ed alta tecnica è quel mix letale in grado di devastare qualsiasi squadra avversaria. Ma passiamo ai fatti reali. Come è noto, nel campionato italiano di Serie A, è la Vecchia Signora (più comunemente chiamata, da me tifosotto occasionale , Vecchia Baldracca) a farla da padrona.

Ora direte voi: Perché la squadra che gioca il miglior calcio in Italia, non riesce ad avere la meglio nei confronti della Baldra... pardon… della Juve?!? Vorrei tanto poter dire che la motivazione è da ricercare nella qualità, nella cattiveria e/o esperienza; ma mi dispiace signori, la risposta non è in nessuna di queste ragioni.

Non vi è dubbio che i Non Colorati siano forti, molto forti, ma permettetemi di dubitare sui loro risultati, le vittorie. Ora non starò qui a rammendarle tutte, potremmo finire tra qualche mese ma un dubbio atroce mi assale: Una squadra davvero forte dovrebbe dominare in lungo ed in largo anche in Europa?

Del resto com’è che dice il detto? In Italia Campione in Europa coglione? Bene, ed io un motivo bene preciso ce l’ho! Non riduciamoci a facili populismi, ma le tante sponsorizzazioni made in FIAT alla FIGC dovranno pur essere in qualche modo ripagate. No?

Vi saluto con un vecchio proverbio cinese che dice "hi ciu lee kagawa sou ti", che tradotto in italiano significa "Vecchia Signora sa sempre dove mettere bocca", o in questi casi, le mani.